Xi’An – L’esercito di terracotta (11° giorno)

Ni hao a tutti!
Quali sono le parole più adatte a descrive un esercito di terracotta? Non possedendole e uso quelle di Sun Tzu per descrivervi la strategia militare.
(Da L’Arte della Guerra di Sun Tzu)
“Gestire molti è come gestire pochi: basta curare l’organizzazione.

Continua a leggere

Annunci

Da QuFu a Xi’An attraverso TaiShan (10°giorno e notte)

I bambini e i marziani

I bambini e i marziani

Ni Hao a tutti!

Inutile invocare il dono della sintesi quando non la si possiede.
Quando si è per natura analitici.
Quando si sta viaggiando con il solo ausilio degli occhi, dell’osservazione, per cercare di capire una cultura assolutamente diversa dalla propria.
Diversa ma forse non distante.

Continua a leggere

Qufu e il tifone (9°giorno)

Targhette Votive

Ni Hao a tutti!
Stavo per entrare nel negozio Nokia per comprare una nuova batteria, quando ho sentito un forte rumore di scontro provenire dalla strada. Una donna e un ragazzo, con due motorini elettrici, si sono scontrati. Lei aveva la testa appoggiata alla strada, immobile.

Continua a leggere

Qufu -ovvero dove è nato Confucio- (8° giorno)

Ni hao a tutti!
Sono seduta all’internet point e un ragazzo qui davanti sta raccontando ad una ragazza (giapponese o coreana) appena conosciuta di come stia viaggiando da 7 anni a questa parte. Singapore, Malesia, Laos, Thailandia, Cambogia e ora Cina. Stara’ qui per 6 mesi e il suo obiettivo, al termine di questo periodo, è quello di trovarsi un lavoro e vivere per un po’ qui. Strani pensieri gironzolano liberi per la mia testa. Continua a leggere

TaiShan – tra le nuvole (7° giorno)

Ni hao a tutti!
Alla mia prima settimana in Cina ho deciso di festeggiare con un pellegrinaggio. Sì perché il Taishan (siamo nella provincia dello Shandong, a sud di Beijing) e’ il monte sacro taoista per eccellenza, quello che riveste un’importanza speciale per i cinesi.

Continua a leggere

Beijing e Tai’An (6°giorno)

Ni Hao a tutti!

Certo che se dovessi chiosare su quello che mi e’ successo oggi direi “tutto è bene quel che finisce bene”.
Ma partiamo con ordine… Continua a leggere

Beijing (5°giorno-bis)

Ni Hao! Questo post è solo un’appendice fotografica relativa al giardino del Palazzo d’Estate. Non trovavo più le schede di memoria  -_-‘

Nei miei post cinesi trovate molte foto di bambini e di anziani, più avanti capirete perchè sono stati il mio punto di riferimento in Cina.

Un detto di Confucio recita “Dovunque tu vada, vacci con il tuo cuore”.

In sella a una nuvola

Continua a leggere

Beijing (5° giorno)

Ni hao a tutti!
Oggi vorrei iniziare il mio racconto sfatando un po’ di stereotipi sulla Cina! Tra le più macroscopiche: la pulizia e l’igiene in generale!
Iniziamo dai bagni pubblici.
Ebbene sì: in media sono più puliti che in Italia. Vediamo perché…

Continua a leggere

Beijing (3° e 4° giorno)

Ni Hao a tutti!!

Mi aspetta un compito arduo: descrivervi due giornate a Beijing in cui ho visto delle cose incredibili. Quindi la farò molto breve, essendo queste lettere un flash sulla Cina e non avendo io intenti letterari.

Cominciamo dalla fine. Oggi.

Avete mai visto “L’Ultimo Imperatore” di Bertolucci? Vi consiglio di guardarlo, perché è una valida introduzione sulla Città Proibita. Io lo avevo visto da piccola, ma mi ero soffermata solo sulla vita del mio coetaneo imperatore e non ci avevo capito nulla. Prima di partire però ho voluto riguardarlo ed è stata una decisione azzeccata, se non altro per immaginarmi quei luoghi senza una marea di turisti cinesi con l’ombrellino e il megafono (non è un’esagerazione!). Continua a leggere

Si parte!!! Bologna – Beijing (1°e 2° giorno)

Mi sono scritta tanti appunti in questi primi due giorni e pensavo di usarli per le mie lettere dalla Cina, ma davvero rischierei di farlo diventare una sorta di diario di viaggio [cosa che poi è diventato davvero, ndr] e immagino che abbiate di meglio da fare il 31 luglio che stare a leggere le mie mail 🙂
Proviamo a descrivere il mio impatto con Beijing.

La città ha un fascino particolare, di qualcosa esistito tanti secoli fa e che ora esiste solo per caso.

Sono giunta in Piazza Tian’anmen in metropolitana. Uscirvi è stato come essere un titolo di coda proiettato all’indietro su uno schermo cinematografico. Salivo le scale ma continuavo a vedere solo il cielo grigio.

Continua a leggere